Cosa vogliamo ottenere?

13177352_818894328244154_8661132479559372499_n

Come cambiano le nostre vite in un momento! Un soffio di vento, un battito d’ali e siamo altro, terra, infinito, ricordo……Il ricordo unico ed impalpabile filo che attraverso gli enormi spazi dell’assenza ci riconduce a parole, sorrisi, sguardi, emozioni. Ricordo unico ponte verso le nostre storie e le nostre esperienze… Questo il senso che vorremmo rappresentare con la realizzazione del memoriale. 15 anni fa, Papa Giovanni Paolo II durante la sua visita in Ucraina, ci ricordò le molte esperienze di parroci e laici che, nel 20° secolo offrirono le loro vite pur di non rinunciare al loro credo religioso. Il Santo Padre si fece carico del loro martirio e dell’integrità delle loro anime.

Nelle cantine trovammo, accanto all’immondizia, i resti di questi martiri, e fu subito chiaro di quale tesoro fosse stato ritrovato, un tesoro che non può lasciare nessuno indifferente. La prima cosa che abbiamo fatto è stato di offrire un riposo più adeguato a questi resti. Il nostro obbiettivo è di illustrare la vita e la storia di questo tempo con la ferma certezza di voler dimostrare come la croce che i martiri hanno preso sulle loro spalle porta sempre alla risurrezione e di questo noi oggi siamo i testimoni.

In questo periodo difficile, la Vergine Maria viene in aiuto ad ogni uomo, ad ogni famiglia ed ad ogni popolo. Con l’aiuto dei vescovi, desideriamo realizzare sulle rovine dell’antico Santuario un memoriale dedicato alla storia questi martiri. Contemporaneamente alla realizzazione del memoriale dovremmo riuscire ad ultimare la ricostruzione della chiesa di Tywriw quale simbolo della rinascita della religione in Ucraina. Mai avremmo pensato di raggiungere questi obbiettivi, ma grazie all’intenso lavoro di ciascuno, alla collaborazione della popolazione e al sostegno economico delle varie associazioni negli ultimi 7 anni ne abbiamo visto la loro realizzazione.